Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

"Louisa May Alcott" di Martha Saxton

<<Louisa May Alcott aveva trentacinque anni quando, nella primavera del 1860, cominciò a scrivere Piccole Donne. Era una donna alta, dalle spalle forti, con gli occhi scuri e i capelli neri resi radi e canuti dalle malattie. Sembrava più vecchia della sua età. Non aveva mai vissuto un'infanzia e il fiorire della sua femminilità era stato stroncato dai malanni>>.

Con l'ultima trasposizione cinematografica del suo capolavoro, Louisa May Alcott (1832-1888) ha riconquistato una nuova popolarità tornando ad essere ancora letta e discussa, forte anche dell'uscita di recenti pubblicazioni e di un moderno revisionismo letterario. Per svariati decenni la sua figura è rimasta intrappolata nel didascalico settore di "scrittrice per signorine" e il suo "Piccole Donne" riposto troppo frettolosamente sugli scaffali dalla dicitura "letteratura per ragazzi".  Poco si è fatto per dare alla celebre autrice americana la sua non indifferente collocazione…

Ultimi post

Winston Churchill, quando non faceva la storia faceva arte¹

"Il Generale nel suo Labirinto" di Gabriel García Márquez

"Yoshe Kalb" di Israel Joshua Singer

"La Concupiscenza Libraria" di Giorgio Manganelli

"Camera con Vista" di Edward Morgan Forster

"La Certosa di Parma" di Stendhal

"Cold Spring Harbor" di Richard Yates

«Niente vale la vita», il nuovo "J'accuse...!" di Annie Ernaux

"L'Esclusa" di Luigi Pirandello

"Lolita" di Vladimir Nabokov

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...