Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

"La Lettera Anonima" di Andrea Camilleri

Fu inverso la fini del milli e novicento e quarantacinco che a Vigàta scoppiò, va a sapiri pirchì, 'na pidemia violenta di littre nonime.
Durante la chiusura totale per il Covid19 posso dire di aver letto abbastanza (come poche volte è capitato nel quotidiano), e ne ho approfittato dedicandomi alla lettura di quei libri a lungo trascurati, tra cui "La Certosa di Parma" che giaceva fermo nella libreria da sei anni. Con la ripresa l'estate è stata invece poco redditizia di letture (anche per via di vicende personali), così dopo "Emma" della Austen non sono più riuscita a leggere nulla. La svolta si è presentata con questo libricino di Andrea Camilleri (1925-2019). Mi rammarico solo ora di non aver prestato sufficientemente attenzione al maestro siciliano, se non dopo la sua scomparsa prendendo in mano il suo testamento poetico "Conversazione su Tiresia" che mi ha riportata ad un genere di letteratura intellettualmente e civilmente impegnato, cui mi sen…

Ultimi post

"Emma" di Jane Austen

"Il Giovane Holden" di J. D. Salinger

Quando la lettura passa per la rete e va bene anche per l'estate.

"Louisa May Alcott" di Martha Saxton

Winston Churchill, quando non faceva la storia faceva arte¹

"Il Generale nel suo Labirinto" di Gabriel García Márquez

"Yoshe Kalb" di Israel Joshua Singer

"La Concupiscenza Libraria" di Giorgio Manganelli

"Camera con Vista" di Edward Morgan Forster

"La Certosa di Parma" di Stendhal

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...