domenica 10 luglio 2011

"Memorie di un Pazzo"


"[...] ricorda,allora,che un pazzo scrisse queste pagine,e che se la parola risuona talvolta più forte del sentimento che esprime,ciò accade d'altronde per il suo piegarsi sotto il peso della passione."


"Memorie di un pazzo" è il primo scritto del romanziere francese Gustave Flaubert (1821-1880) del 1838,quando Flaubert aveva solo diciassette anni.Dedicato all'avvocato e poeta francese Alfred Le Poittevin* (1816-1848),amico d'infanzia ;è una piccola autobiografia o meglio ancora come dice lo stesso titolo,memorie,dove il giovane Gustave racconta i propri dolori,angosce,paure,piccole gioie,consolazioni,desideri,tutti i sentimenti insomma che possono scaturire dal cuore e dalla mente di un adolescente.
Pur sembrando riservato esclusivamente all'amico Le Poittevin,Flaubert sapeva benissimo che il suo libro avrebbe avuto dei lettori,infatti mostra qui tutto il suo genio anche se acerbo,attraverso argomentazioni filosofiche forse un po' noiose ai giorni nostri.
Ma l'importanza di questo libricino sta nel poter capire al meglio la personalità del francese,l'origine delle sue opere e la figura della donna.Acora una volta,quindi,autobiografismo e donne.
I rapporti con un padre temuto e con una madre indifferente,essere considerato "l'idiot de la famille",gli anni terribili del collegio,il grande affetto per la sorella,l'amore per l'Oriente (che darà poi lo sfondo a "Salammbo"),la stupidità borghese ("Bouvard e Pécuchet"),quel senso di insoddisfazione e viaggi mentali che diventeranno preponderanti in "Emma Bovary" (non a caso Flaubert dirà alla nascita del suo romanzo più famoso: "Madame Bovary c'est moi").
E inaspettatamente il grande amore della sua vita,quello per Maria,in realtà Elisa Schlésinger (1810-1888),incontrata romanticamente nel 1836 sulla spiaggia di Trouville-sur-Mer,tanto voluta e desiderata ma mai fatta sua.
Amore che non ricorre solo nelle "Memorie" ma che ricorrerà soprattutto nell'"Educazione Sentimentale" ed Elisa nella sua protagonista femminile Madame Arnoux.
Dopo di questo l'amore adolescenziale per una bella inglese,Caroline, e finalmente la conoscenza dell'amore carnale con una prostituta (tema del romanzo "Novembre"),per cui lui sacrifica il suo grande amore.




*La sorella di Alfred,Laure Le Poittevin (1821-1903),che fu la madre di Guy de Maupassant,si dice abbia avuto una relazione proprio con Flaubert.Ancora oggi si ipotizza che il vero padre di Guy fosse proprio l'autore della "Madame Bovary".


Nessun commento:

Posta un commento