mercoledì 25 aprile 2012

Gustave Caillebotte,il pittore della nuova Parigi di fine '800

"Tutto ciò che voleva era aiutare gli amici.E lo faceva in maniera molto semplice: comprava solo le tele considerate invendibili."
(Renoir)

"Autoritratto"
1892

Così il pittore Renoir parlava del suo collega Gustave Caillebotte (1848-1894),patron degli impressionisti,acceso sostenitore e mecenate del "gruppo",ma anche grandissimo artista egli stesso,ruolo quest'ultimo che lo pose sfortunatamente in secondo piano rispetto al primo.
Gustave Caillebotte proveniva da una famiglia molto ricca,aperta ma non attiva alle sfere più alte della società,"a Parigi la famiglia Caillebotte abitava al 77 di ru de Miromesnil,uno dei grandi viali del ricco distretto finanziario,all'angolo con buolevard Hussmann"
Fin da giovane,Gustave amava dipingere e nel frattempo "costruiva skiff,imbarcazioni leggere a bordo delle quali faceva regate sul fiume".Nell'estate del 1872,ad Argenteuil,conobbe Claude Monet ( 1840-1926),quell'incontro fu la svolta della sua vita,infatti Monet lo invitò nel gruppo.

"Un Balcone a Parigi"
1880

"Giovane alla finestra"
1875
"Boulevard des Italiens"
1880

Il capolavoro
"I Piallatori di parquet"
1875

Dopo la disfatta di Sedan (1870) e il conseguente crollo del Secondo Impero,Parigi si era ritrovata nella sua epoca,apparentemente,più felice,la "Belle Epoque";"da buia città medioevale in disfacimento alla "ville lumière" elegante e prospera sognata dal barone Hussmann",i grandi boulevard,i primi centri commerciali,le grandi reti ferroviarie,le gite fuori ad Argenteuil,Bougival,Croissy...
Nonostante Caillebotte finanziasse molte delle mostre degli impressionisti,la sua pittura era completamente agli antipodi dell'impressionismo,rispecchiando invece un profondo realismo.


"Via di Parigi,tempo di pioggia"
1877



"Strada in salita"
1881


"Ponte d'Europa"
1876


"Donna al vestiario"
1873


"Dipinto in campagna"
1876


"In un café"
1880


"Vogatori"
1877


"Vista da un balcone"
1888


"Un balcone"
1880


"L' uomo al balcone,boulevard  Haussmann"
1880

"Faceva un disegno preliminare,o si basava su fotografie,per stabilire forma e dimensioni del soggetto,poi lo divideva in quadrati e trasferiva l'immagine su una tela già preventivamente suddivisa secondo precise proporzioni geometriche.I suoi lavori avevano una qualità limpida,architettonica,e un realismo unico nel raccontare la vita urbana."


"La Colazione dei Canottieri"
Renoir
1880-82

Caillebotte è ritratto all'estrema destra del quadro,
a cavalcioni della sedia.




Fonti:
"Impressionisti,biografia di un gruppo",Sue Roe,Editore Laterza.

11 commenti:

  1. Belli, belli, bellissimi!!Adoro i suoi dipinti. Insieme a quelli di Renoir sono i miei preferiti. Al D'Orsay siamo state (io e Chiara che lo adora) un'ora davanti ai "Piallatori di parquet". Guardando i suoi dipinti si riesce a vedere l'anima di Parigi.
    Post stupendo, lo condivido subito. Bravissima

    Alice

    laparigidimariaantonietta.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Non pensavo che piacesse anche a te Alice,purtroppo è un pittore poco conosciuto...Che invidia,beata te,chissà l'emozione che hai provato.Grazie per le parole!

    RispondiElimina
  3. Sì, bellissimi tutti quanti ma i piallatori di parquet e Parigi tempo di pioggia con strada in salita li trovo meravigliosi. Bel post, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Carla,non pensavo che questo pittore avesse così tanti estimatori...

      Elimina
  4. Meraviglioso, davvero un bel post, anche a me piace molto "strada in salita" e mi piace anche "donna al vestiario". I tuoi post sono sempre belli e interessanti grazie. Antonella

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono tantissimo i pittori impressionisti e queste opere d'arte sono davvero meravigliose! Un grandissimo pittore!
    A presto,
    Laura

    RispondiElimina
  6. da quando ho conosciuto le sue opere sono diventato un suo estimatore sembrerebbe un nome di secondo piano dell'impressionismo ma non è così grandioso meraviglioso fantastico

    RispondiElimina