mercoledì 22 gennaio 2014

"Chiara di Assisi.Elogio della Disobbedienza" di Dacia Maraini

Fonte : Rizzoli
"Sembrerebbe quasi una ossessione quella di Chiara per la povertà.E lo era perché in quella scelta stava la sua destrezza,stava la sua cocciuta e meravigliosa passione per la indipendenza da ogni legame.Pur non rinunciando all'ubbidienza che riveriva nella sua formale certezza.La tradizione richiedeva separazione e gerarchia fra la figura del padre,della madre,del figlio o della figlia.
Mentre la rivoluzionaria libertà che veniva proposta da Chiara faceva saltare tutte le differenze e nella franchigia ogni padre poteva essere anche madre,ogni figlio sposo,ogni figlia sorella e madre."










Una dolcissima e particolare rappresentazione della figura di Santa Chiara,quest 'ultimo libro di Dacia Maraini;un incontro-racconto tra la scrittrice "illuminista" , "così lontana dai santi" e una della sante più famose d'Italia.
Ci si appresterebbe a leggere un libro noioso,come scritto da un clerico o,pesante come scritto da uno storico o biografo.
Niente di tutto questo,con grande rispetto e uno stile semplice e rassicurante ne vine fuori l'immagine di una religiosa e di una donna eccezionale,che ha fatto della sua vita un'opera di disubbidienza e di povertà,quindi di libertà.
La storia parte da molto lontano; una giovane,bella,di alto lignaggio,con prospettive di un matrimonio fastoso,ricchezza e fama,sceglie invece la via più difficile o,secondo lei,la più facile;ma la sua è determinatezza,fermezza per la libertà.
"Possedere vuol dire dipendere da qualcuno o qualcosa",la povertà è quindi la vera libertà,"essere nudi al mondo" per non dipendere da niente e nessuno.Disobbedienza.Pur tenendosi ubbidiente formalmente alla Chiesa,non ha mai desiderato né denaro né terreni o animali domestici per sopravvivere.
Praticava il silenzio,eppure ci ha lasciato scritti di alta poesia e stile.
Ma la vita della santa è anche uno spunto per ricordare la figura femminile,sempre silenziosa,mesta e sottomessa dalla storia,dalla società,dalla Chiesa che ne rimuoveva anche i propri istinti.

"Quanta letteratura femminile trascurata,nascosta,obliata! Un giorno,ne sono certa,comporremmo un'altra storia della letteratura in cui gli scritti delle donne,cominciando dalle mistiche,saranno messi accanto ai grandi autori considerati oggi i soli classici degni di lettura."

Un Medioevo con la sua politica e filosofia,"un'epoca lontanissima eppure più vicina di quanto pensiamo",una santa o donna che voi vogliate,con un grande dono : l'amore.





Libro:

"Chiara di Assisi.Elogio della Disobbedienza" di D.Maraini,Rizzoli,2013.

Sito del libro : Rizzoli

1 commento:

  1. Bellissimo libro! Lo cercherò e lo leggerò con emozione.

    RispondiElimina