venerdì 12 febbraio 2010

Cora Pearl,"La Perla Inglese dell'Ottocento"


"Guardate le mie guance,sono state scavate dalle lacrime.Non scrivetelo sui giornali.Parigi non ama le donne che piangono:"


"Il Piatto del Giorno",in questo modo venivano chiamate le cortigiane nel XIX secolo in Francia,sotto Napoleone III.Ma anche "Grandi Orizzontali" o "Maitresse".

E' davvero impossibile capire come queste donne potessero avere un così grande successo,grande potere nella società in cui vivevano.
Non erano relegate solo al loro "lavoro",ma alcune erano donne di profonda cultura,intelligenza ed eleganza,erano libere,invidiate dalle nobili dame,desiderate da artisti,letterati e intellettuali,venivano ritratte dai grandi fotografi come Disderi o vestite da grandi sarti come Worth e che il mondo girava intorno a loro lo si legge nei numerosi romanzi di Balzac,Flaubert,Zola e Maupassant o vedere nei quadri di Manet.

Cora Pearl era una di queste.Cora Pearl nata Eliza Emma Crouch (1835-1886) in Inghilterra,figlia di un professore di Plymouth,che aveva abbandonato la terra natia e la famiglia.
Per otto anni la giovane fu mandata in collegio in Francia,ritornò poi in Inghilterra,accudita da una nonna ma la Francia le lasciò il segno.





Infatti decisasi a perseguire la carriera di "prostituta",ritornò in Francia grazie ad un cliente ed entrò sotto la protezione di una ex mantenuta Soubis che le incominciò ad affittare abiti e gioielli.
In poco tempo la bella Emma diventò per tutti Cora Pearl.Il primo a puntare sulla "bella rossa"fu Nestor Ruqueplan che era stato per lunghi anni direttore dell'"Opera".
"Il mio maledetto accento inglese,mi preoccupa per il mio futuro!Ma alla lunga riuscirò a perderlo"diceva Cora ma Ruqueplan le rispondeva:"Non farlo!Il tuo accento,lungi dal nuocerti,ti servirà[...]Parigi ama le stranezze."
Fu lui poi a presentarle il suo secondo amante:Andrè Massèna,maresciallo di Francia e dopo ancora il principe Gioacchino Napoleone Murat (nipote del famoso Gioacchino Murat e Carolina Bonaparte),il principe d'Orange o più comunemente chiamato "Citron"per il suo colorito.
Coara Pearl era ormai diventata una splendida cortigiana:aveva uno sfolgorante guardaroba,moltissimi doni;quali case,diamanti,carrozze,cavalli;veniva considerata la più bella donna di Parigi e i suoi atteggiamenti sfrontati erano imitati da donne di ogni rango.



Infine si tinse i capelli di un biondo dorato e fu tra le prime a scurirsi la pelle,in un'epoca in cui spadroneggiava ancora la pelle candida.
Tra i suoi amanti vi fu pure Charles Auguste Louise Joseph conte di Morny,fratellastro di Napoleone III,uomo politico e grande fautore dell'impero( a lui Zola si ispirò per Eugen Rougon);
il Principe Girolamo Napoleone detto Plon-Plon,che era il marito della malinconica Maria Clotilde di Savoia(figlia di Vittorio Emanuele II) e che non si preoccupava di tradirla pubblicamente.Tra le sue braccia vi cadde anche lo stesso imperatore.



Con la caduta del II Impero,decadde anche la sua carriera e dopo una serie di viaggi e rocambolesche avventure muorì a cinquantuno anni e la sua bara fu trasportata solo da due uomini.Il bel mondo le era finito.




Bibliografia:

"Cortigiane" di Giuseppe Scaraffia,Mondadori.



Nessun commento:

Posta un commento