lunedì 7 febbraio 2011

"Madonna col Bambino" (1450)-Agnes Sorel la signora dal bel seno


Intorno al 1450 Etienne Chevalier,figlio di un segretario del re commissionò al giovane pittore francese Jean Fouquet (1425-1480),annoverato fra i pittori fiamminghi,un bellissimo dittico per la chiesa di Melu,la "Madonna col Bambino",oggi appartenente al Musees Royaux des Beaux-Arts.
Tra le fattezze della Madonna,molti vi hanno riconosciuto la stupenda favorita del re di Francia Carlo VII (1403-1461):Agnes Sorel.
"Su questo pannello la giovane donna è mostrata in trionfo,incoronata di perle,con una sopravveste da principessa e un grande mantello regale di ermellino a macchie,e ben visibile ne è il bel seno sinistro."

Un volto dolce,e veramente era dolce Agnes Sorel,intelligente e bellissima.
Nacque nel 1422,figlia di Jean Sorel signore di Coudun,divenne dama d'onore di Isabella di Lorena (1410-1453),moglie di Renato d'Angiò.
Nel 1441 ebbe il primo incontro con il re.
Tre anni dopo,Carlo VII,innamoratissimo,la fece entrare fra le dame della moglie,la regina Maria d'Angiò (1404-1463),per averla più vicina a sè.
La bella Agnes non aveva a corte solo la posizione di amante del re ma "era servita come una principessa e godeva di veri e propri onori reali".Carlo VII le diede la signoria di Beautè-sur-Marne e altri feudi "e la possibilità di occupare la dimora di Loches destinata a lui stesso."
Agnes ebbe una grandissima influenza politica e diventò simbolo di una certa eleganza."Le sue vesti ei suoi gioielli erano di rara bellezza[...possedeva pellicce di martora,sete d'Oriente,vesti di drappo d'oro,le code delle sue vesti erano le più lunghe del regno.Non contenta di brillare con il suo abbigliamento,teneva a mostrare ciò che aveva di più bello e perciò scopriva abbondantemente spalle e petto."
Da questa relazione che durò solo sei anni,la giovane diede al re tre figlie:Marie,Charlotte e Jeanne,tutte educate a corte.
Agnes morì infatti l'undici febbraio 1450 per un aborto.
Di lei ci rimangono molti altri ritratti ma certamente questo rappresenta al meglio la grande posizione che ebbe all'epoca "la signora dal bel seno".

Bibliografia:

"Nei Castelli della Loira nel Rinascimento",Ivan Cloulas,Fabbri Editori.


Nessun commento:

Posta un commento